Che cos’è il poliamore?


Si definiscono poliamorosi. Sono gli esponenti del poliamore, una nuova corrente di pensiero che difende e diffonde l’amore libero. E multiplo.

Avete sentito parlare del poliamore? Diverse testate giornalistiche hanno affrontato l’argomento, già da qualche anno, parlando di poliamore come di una nuova frontiera dell’amore libero.

Ma se pensate che il poliamore sia la nuova trovata per “zozzoni”, vi state sbagliando: i poliamorosi, infatti, sono organizzatissimi ed hanno tanto cervello.

Basta dare un’occhiata alla voce di Wikipedia sul poliamore.

Cosa vuol dire poliamore?

Secondo i poliamorosi, il poliamore è una prospettiva di vita che implica la possibilità di intrattenere contemporaneamente relazioni amorose con più persone. L’elemento chiave è l’accettazione: quando due poliamorosi si incontrano, sanno benissimo di non essere esclusivi l’uno per l’altra. Alcuni definiscono questa filosofia “poliamorismo”, utilizzando termini coniati per lo più negli USA durante gli anni ’90. Ed i poliamorosi hanno anche le loro “Bibbie”, da “La zoccola etica” di Janet Hardy a “l’amore con più partner” di Carlo Consiglio.

Che lo si chiami o meno poliamore, questo approccio alla vita sentimental/sessuale ha più di un sostenitore anche tra i vip. Wikipedia annovera tra i poliamorosi celebri Vittorio Sgarbi, Jean Paul Sartre, Gabriele D’Annunzio, Marco Pannella e addirittura Pupo!

Siti web per poliamorosi

I poliamorosi italiani (abbreviato in “poli”) sono oggi organizzatissimi ed hanno un sito web ed una nutrita web community, oltre ad essere presenti sui maggiori social network. Pensate che alcuni siti di dating hanno anche inserito l’opzione “poliamoroso” tra gli orientamenti sessuali!

Insomma: se pensate di diventare poliamorosi, armatevi di pazienza ed informatevi bene sulle prospettive che implica questa scelta di vita. Fingersi poliamorosi per cuccare non è detto che funzioni!