Come diventare meno “veloci” a letto

Pensando al sesso trasgressivo, disinibito e godereccio, viene spesso alla mente come quest’ultimo possa essere consumato con talmente tanta passione e tanta ricerca del piacere della carne che, talvolta, potrebbe portare a godere in modo un po’ troppo affrettato e sbrigativo, riducendo in questo senso tutta quella parte piacevole del sesso disinibito, di per sé carico di grandi emozioni e sensazioni elettrizzanti, esaurendosi in una rapida e semplice sborrata che magari non soddisfa proprio per nulla.

Se è vero che nelle corse chi taglia il traguardo per primo è colui che vince, è altrettanto vero che nel sesso non è spesso così: certo, arrivare troppo tardi, potrebbe coincidere anche con il disappunto della partner che, dopo aver raggiunto l’orgasmo, magari non ha più tanta voglia di concedersi e di rimanere ad aspettare un uomo che non riesce a godere in modo più rapido. Di solito però è l’uomo quello che raggiunge l’orgasmo più rapidamente, non riuscendo a controllare l’eiaculazione oltre un certo punto.

L’ideale, secondo tanti, è quello di raggiungere l’orgasmo insieme: ma come fare, per gli uomini, quando nel sesso si è troppo veloci nel raggiungere il culmine del piacere?

Uno dei consigli più comuni, è quello di privilegiare le posizioni in cui la donna è sopra l’uomo, perché consente un miglior controllo dei muscoli pelvici.

Un’altra indicazione è quella relativa all’opportunità di fare della sana ginnastica pelvica per controllare l’eiaculazione o, ancora, di usare dei preservativi ritardanti. Così come una soluzione efficace è senza dubbio quella di utilizzare integratori naturali specifici per aumentare le prestazioni sessuali.

Oppure, potete proporre alla vostra partner il sesso start&stop (sa un po’ di macchina), vale a dire fermarsi prima dello stimolo ad eiaculare, per riprendere dopo il calo dell’erezione, anche se il rischio è di perdere il climax.

Un’altra valida strategia è quella dello yoga, che riduce l’ansia da prestazione, che si può associare a movimenti più lenti durante l’amplesso, soprattutto nei primi momenti, garantendo un miglior controllo dell’eiaculazione.

A ciò, infine, bisogna anche unire l’importanza della scelta dei momenti più giusti per fare l’amore: il sesso potrebbe guadagnarne molto.


La lunga e strana storia dei sex toys

I sex toys fanno parte della nostra storia da molto più tempo di quanto possiamo immaginare!
Per sapere in quali tipologie trovarli e le diverse funzioni tecnologiche che sono disponibili ai giorni nostri, Fammi Venire è il posto giusto dove andare!

Continuando con la lettura dell’articolo, invece, scopriremo assieme l’evoluzione dei sex toys.

Le origini…

Il primo dildo conosciuto recuperato dai paleontologi risale al Paleolitico. Realizzato in siltstone e lucidato a specchio, il dibattito infuria sul fatto che il suo scopo principale fosse il rituale religioso o il piacere personale.
A mio parere, questo dibattito ha più a che fare con i paleontologi puritani che non riescono a concepire una società in cui la religione e la sessualità si mescolano. Resta il fatto che i dildo fatti di pietra scolpita o di osso sono stati ampiamente scoperti tra i normali manufatti personali come pettini e aghi da cucito. Immagino che alla fine abbia portato all’invenzione di comodini e cassetti per chiuderceli dentro.

Storicamente, la connessione tra l’isteria femminile e i dildo era qualcosa che i medici di sesso maschile avevano difficoltà a lasciar andare. Si pensa anche che i romani abbiano inventato doppi dildo da usare nelle cerimonie o con gli amici. I greci si nascondono dietro il primo uso di pelle o intestino di animale per coprire un pene intagliato, aggiungendo un tocco più naturale e una consistenza più “umana”.

Il primo vibratore
La leggenda narra che sia stata la bellissima seduttrice Cleopatra a inventare il primo vibratore. Piuttosto che essere scolpito in legno o roccia, questo dildo consisteva in una zucca scavata e piena di …api arrabbiate. Se fosse vero, ciò potrebbe rendere Cleopatra una incosciente per l’altissimo rischio che avrebbe corso usandolo. Anche se la storia delle api è curiosa, è molto più probabile che Cleopatra abbia usato lo stesso legno laccato o dildo di pietra delle altre donne del suo tempo. C’è persino una testimonianza di Giulio Cesare che dà a Cleo una “scultura” di pene intarsiato con intagli elaborati e dorati. Se l’abbia mai provato o no è qualcosa che probabilmente non sapremo mai.

L’uso di dildo è rimasto più o meno lo stesso per una lunga porzione della storia. Alcune culture non creavano affatto i dildo, preferendo oggetti più naturali come zucchine  o banane acerbe. Come per tutto il resto del Rinascimento, i dildo di questa epoca erano ornati, ispirati e apprezzati per il loro valore artistico. In effetti, la parola dildo deriva da “diletto”,  che significa “delizia”. Anche quando il cristianesimo entrò in scena e i valori puritani iniziarono d attecchire, i peni sostitutivi erano ancora molto diffusi. Dopotutto, doveva  ancora nascere  la minaccia dell ‘”isteria femminile”.

Isteria, problemi dell’utero e parossismo

All’avanguardia del 20 ° secolo e all’avanzamento della tecnologia, sono stati incorporati nuovi materiali nella produzione di dildo. La gomma è stato il nuovo materiale più usato per un po’. Poi è successo qualcosa di incredibile: l’Elettricità.
Si potrebbe obiettare che c’è una grande differenza tra un dildo e un vibratore, soprattutto un vibratore dei primi tempi. E questo è vero. Ma quando parli del flagello dell’isteria nelle femmine, a buon intenditor poche parole!

Si credeva che i “problemi femminili”, che andavano dal mal di testa   all’irritabilità e alla depressione, potevano essere risolti attraverso l’induzione del parossismo isterico, e cioè un orgasmo. L’isteria era considerata un “problema uterino” ed era il genere di cosa che Ippocrate definiva “qualsiasi cosa che rendesse la donna fastidiosa per coloro che la circondavano”.

Durante le visite mediche, i dottori hanno iniziato ad aiutare le donne ad avere orgasmi in modo molto pratico. Quando l’attività è diventata troppo dispendiosa in termini di tempo, General Electric è intervenuta realizzando il quinto elettrodomestico. Sì, il vibratore era in realtà il quinto apparecchio elettrico disponibile in commercio, dopo il bollitore del tè, il tostapane, la macchina da cucire e il ventilatore.
Questi comodi vibratori sono stati progettati per rendere le donne fastidiose non isteriche, così i medici avrebbero potuto dedicarsi  a lavori importanti come inventare il Viagra e curare la calvizie.

L’elettricità non è certamente l’unica innovazione moderna nella tecnologia dei dildo. L’introduzione del silicone è stato un grande passo in avanti nella funzionalità dei dildo usati per la stimolazione sessuale. Il silicone è ipoallergenico, sembra più simile alla pelle reale di altri materiali non porosi e non si degrada se usato con un lubrificante a base d’acqua. I dildo di vetro sono un altro modo in cui forma e funzione si incontrano nell’arte. Le moderne tecniche di tempra danno come risultato un vetro soffiato spesso e resistente. I dildo di vetro sono disponibili in molte taglie diverse in disegni quasi infiniti e sono anche non porosi.

I vibratori ai giorni nostri

In questi giorni, i dildo e vibratori sono disponibili in tutte le varianti immaginabili, per ogni gusto e livello di esperienza.
Alcuni stati hanno effettivamente impiegato del  tempo per approvare leggi che limitano il numero di dildo che una persona può avere in casa.
Che tu stia cercando di curare l’isteria femminile, fermare la guerra del Peloponneso, o semplicemente goderti un paio di orgasmi, i dildo sono sempre stati – e continueranno a esserlo – al tuo servizio.
La parte migliore è che averne uno è molto più semplice di quanto non sia mai stato in passato.

Per sapere quale dildo o vibratore è più adatto a te, o che differenza c’è fra un coniglietto e un massaggiatore clitorideo, una visita su Fammi Venire ti aiuterà a dissipare ogni dubbio!

E tu? Quale preferisci fra dildo, coniglietto, massaggiatore e vibratore? Lascia un messaggio con le tue preferenze e motivazioni!


Durex jeans, il preservativo facile da indossare

Tutti ormai sono consapevoli di quanto sia importante proteggere sé stessi e il partner durante un rapporto sessuale. L’uso del preservativo è fondamentale per due motivi: il primo riguarda la necessità di evitare gravidanze indesiderate, il secondo la possibilità di contrarre malattie sessualmente trasmissibili.

Sia che si abbia un partner fisso, ma non si desiderino figli al momento, ma soprattutto se si hanno tanti partner occasionali, non bisognerebbe mai trascurare di indossare il condom. Per l’uomo è un modo di tutelare la sua partner e di dimostrare attenzione nei suoi confronti, per una donna è indispensabile per poter vivere il rapporto in modo spensierato e sicuro. (altro…)


Porno: le migliori attrici italiane

L’Italia è uno dei Paesi europei che ha da sempre trainato l’industria cinematografica, creando sul modello americano uno dei settori di intrattenimento più floridi del mondo occidentale in ogni genere.

Il cinema italiano infatti è celebre nel mondo non soltanto per i capolavori del neorealismo e le commedie, ma anche per il cinema pornografico, la cui industria ha permesso ad alcune delle migliori attrici porno italiane di sbarcare fino nell’industria pornografica più attrezzata al mondo, ossia quella degli Stati Uniti. (altro…)


Quando la coppia è pronta, lo swing rafforza il rapporto e migliora il sesso

Marina (non è il suo vero nome), 35 anni, utente assidua della community scambio-coppie.it, racconta le sue esperienze di swing: la pratica dello scambio di coppia ha reso ancora più salda la nostra unione. “Siamo stati più complici, uniti e sinceri”, dice, sposata da 15 anni e scambista praticante dieci. La sua percezione è confermata da alcune ricerche nazionali ed internazionali.

scambio di coppia
Due coppie scambiste in azione

Ma perché ciò avvenga, la coppia deve avere una buona connessione emotiva e maturare bene l’idea prima di mettere la fantasia in pratica.

In uno studio su 704 uomini e 319 donne sostenitori, condotto dai sociologi Curtis Bergstrand e Jennifer Sinsk negli Stati Uniti, il 62% degli intervistati ritiene che il matrimonio era diventato più felice dopo aver fatto questa esperienza. Meno del 3% degli uomini e delle donne ha detto che il rapporto si è deteriorato a causa dello swing. E per il 35% il grado di felicità rimasto lo stesso.

La maggior complicità a letto, a parere di Marina, si riflette anche in altri aspetti della vita di coppia. “Siamo passati a vedere i problemi della vita come più semplici, giacché abbiamo iniziato a condividere i nostri desideri più intimi e fantasie erotiche” dice.

Secondo l’antropologa Maria Silverio, ricercatrice del Cria (Centro di Ricerca in Antropologia), del ISCTE (Istituto Universitario di Lisbona) in Portogallo, autore di “Swing io, tu … Noi” la maggioranza delle ricerche sullo swing mette in evidenza i benefici per la vita di coppia.

Maria, che ha intervistato le coppie in 14 party swing in Portogallo e in Brasile tra il 2012 e il 2014, dice che le testimonianze più comuni sono che questo stile di vita rafforza il matrimonio, avvicina coppie, e aumenta la qualità percepita del rapporto. “Inoltre, migliora la vita sessuale, aumenta il desiderio per il partner e favorisce una comunicazione più aperta e onesta”, dice.

Non salva il rapporto

Nonostante faccia bene al rapporto, lo swing richiede una riflessione attenta e una buona dose di dialogo prima di essere messo in pratica. L’errore più grande è quello di cercare in questa fantasia un modo per salvare una relazione o riaccendere il fuoco della passione.

“Se il rapporto è freddo, un terzo o quarto elemento non migliorerà le cose, lascerà la relazione ancor più fragile”, dice lo psicologo e professore Arnaldo Risman, un membro del Cepcos (Centro di ricerca su comportamento e sessualità).

Scambio di coppia e sesso a treÈ importante essere ben consapevoli

Secondo Risman, è indispensabile maturare abbastanza l’idea. Lo psicologo consiglia l’importanza di riflettere principalmente su: come la coppia gestirà la gelosia, vedendo il partner fare sesso con un’altra persona; l’autostima, valutando come ognuno reagirà se l’altro è più bello o dotato del coniuge; e l’insicurezza, se i due sono preparati per vedere il partner provare piacere con qualcun altro.

Prima di vivere l’esperienza, i partner dovrebbero anche concordare tutti i limiti, cioè, che cosa è consentito fare o no durante lo scambio di coppia. E nonostante ciò, nel calore del momento alcuni partner possono perdere il controllo. “Alcune coppie hanno riferito che non tutte le situazioni sono prevedibili.”

In generale, secondo le indagini, le coppie che fanno dello swing uno stile di vita hanno un rapporto molto forte e consolidato. Inoltre, contrariamente alla credenza popolare, aumentare il repertorio sessuale non diminuisce il ritmo della coppia. “La pratica dello swing fa sì che tra di noi scopiamo ancora di più e meglio”, dice Marina, che considera il proprio un matrimonio felice, sotto tutti gli aspetti.


Le trombamicizie sono sempre più popolari

Amici con benefitsUna App, un film, un libro… I rapporti di trombamicizia o amicizia con benefits vanno per la maggiore. Sempre più single sono in cerca di qualche amico con cui fare sesso occasionale, senza alcun impegno o coinvolgimento di tipo sentimentale. Anche se le regole sembrano facili da capire, spesso può succedere che l’amicizia ne venga compromessa, per questo è bene chiarire fin da subito il tipo di rapporto che si vuole instaurare in modo da non creare fraintendimenti.

Secondo uno studio condotto dalla Colorado State University, la semplicità di una trombamicizia è solo apparente, è evidente che questo tipo di rapporto è possibile solo nel medio breve termine, a lungo termine può provocare problemi sia fisici che mentali.

In primo luogo, dicono i ricercatori, perché “le persone coinvolte in queste relazioni possono pensare che non è necessario utilizzare una protezione”. Un’amicizia si basa sulla fiducia, e il sesso con un amico può sembrare sicuro, ma non lo è.

Infatti, l’informalità del rapporto si traduce nella possibilità di avere più partner sessuali. Quindi è assolutamente necessario prendere sempre le dovute precauzioni.

Justin Lehmiller, coordinatore dello studio afferma inoltre che questi rapporti funzionano solo per un tempo limitato. In caso contrario, ci possono essere i soliti problemi quando uno dei due inizia a volere qualcosa di più.

Solo circa il 10% delle trombamicizie arriva veramente a innamorarsi e a formare una coppia stabile. Negli altri casi dipende dagli accordi che erano stati stabiliti, si può continuare ad essere semplici amici oppure ciascuno va per la sua strada.

Amici di letto di Gina Maxwell
Ma nonostante quello che dice lo studio, la verità è che il numero di persone disposte ad avere un rapporto di amicizia con benefits crescono esponenzialmente. Basta guardare l’innegabile successo di Bang with Friends, l’applicazione Facebook che di fare un elenco degli amici con cui ti piacerebbe andare a letto e, se anche loro stanno usando la stessa App, vedere chi sarebbe disposto a fare sesso con te.

La popolarità di questo tipo di rapporto è rispecchiata anche dal successo del libro “Amici di letto” di Gina L. Maxwell, in cui una giovane impacciata e insicura che decide di fare “lezioni di seduzione” che però si trasformano presto in giochi erotici sempre più hard. O del film “Friends with Benefits” (anch’esso intitolato “Amici di letto” nell’edizione italiana), con Justin Timberlake e Mila Kunis, in cui due amici decidono di avere rapporti sessuali occasionali senza legarsi sentimentalmente.


Il dilatatore anale: un sex toys “utile”

Giochini erotici o preparazione al sesso anale: i dilatatori

Butt plug: l’uso per giochini particolari

Come sex toys, viene indifferentemente usato il nome di dilatatore anale o quello di butt plug, la cui traduzione inglese è, all’incirca, quella di “spinotto da sedere”. Nelle pratiche sessuali viene usato anche per giochini particolari, dove la presenza di un butt plug può rendere piccante e, talvolta scenografico, un incontro erotico: allo scopo, non a caso, ne esistono tipi particolari provvisti di oggetti o monili particolari, ancorati alla base del sex toys stesso. Si tratta, ovviamente, di elementi decorativi che possono consistere in diamanti, anelli, code (di animali), e così via.

Butt plug come preparazione al sesso anale

Tuttavia la funzione principale del butt plug resta quella di preparazione dell’ano al sesso anale. In pratica, una volta introdotto nel retto, il dilatatore lavora sullo sfintere e lo stimola, abituandolo ad una penetrazione altrimenti (e probabilmente) dolorosa. Il butt plug può apparire, nella forma, simile ad un dildo ma, nello stesso tempo, alcune precise caratteristiche lo differenziano da esso. (altro…)


Come si usa un vibratore doppio

vibratore penetrazione doppio per donna

Vibratore doppio, doppio orgasmo

Rispetto ai comuni vibratori, un vibratore doppio ha due estremità si distingue per avere una diversa costruzione. Oltre al corpo vibrante principale, comune a tutti i vibratori e adatto alla penetrazione vaginale, presenta un altro fallo realistico di dimensioni minori per la penetrazione anale

Lo scopo del vibratore doppio
Perché usarlo al posto degli altri vibratori.

Il segreto del piacere dei vibratori doppi sta nella doppia stimolazione che è in grado di produrre. Infatti, il posizionamento in fase di costruzione . Le due estremità, sono a loro volta vibranti, e vibrano quando viene messa in moto la vibrazione del corpo principale. L’effetto, che costituisce lo scopo per il quale è stato inventato, è una doppia, e contemporanea, stimolazione sia vaginale sia anale che si ottiene tramite la vibrazione. Secondo alcune donne, questa doppia stimolazione vibrante provoca piaceri addirittura superiori rispetto a quelli di un rapporto sessuale. Questo è il doppio vibratore.

Principali vibratori doppi
Dove comprarli.

Naturalmente non tutti sono uguali tra loro, e lo si nota guardando la notevole differenza di prezzo tra un modello e l’altro. Quelli più semplici, ed anche meno costosi, hanno la velocità di vibrazione fissa, mentre altri, leggermente più costosi, hanno la velocità regolabile, sono proprio questi ad essere maggiormente diffusi, grazie alla maggiore versatilità dovuta alla possibilità di variare la velocità di vibrazione mentre lo si usa. Naturalmente non tutte le vibrazioni sono uguali, alcuni hanno una vibrazione massima relativamente lieve, altri invece più forte, in funzione della potenza del motorino elettrico che genera la vibrazione.
Altre differenze, anche notevoli, tra un modello ed un altro riguardano il materiale di costruzione o il rivestimento esterno. Infatti, alcuni modelli hanno l’esterno in plastica rigida, altri invece sono ricoperti di lattice o materiale al silicone, piuttosto morbido e flessibile. Infine, alcuni hanno il corpo vibrante perfettamente liscio e levigato, altri invece sono più ruvidi grazie alla presenza di piccole escrescenze stimolanti.

Come scegliere quello giusto
Orientarsi tra tanti modelli di vibratore doppio.

Il modo migliore per scegliere il proprio doppio vibratore  ottimale è certamente ascoltare il proprio corpo, saper interpretare le sue esigenze di piacere fisico e sessuale. Solo conoscendo bene la propria fisicità e la propria sessualità è possibile scegliere tra un vibratore rigido e uno flessibile, tra uno liscio ed uno con escrescenze.
Prima di tutto occorre ascoltare il proprio corpo. Capito questo, ogni donna sa se il proprio corpo preferirà un morbido vibratore two in lattice o uno ruvido e rigido.

 


Sesso a tre, perché no?

Il sesso a tre è entrato nella Hall of Fame delle pratiche preferite da coloro che credono che, in termini di eccitazione, il cielo è il limite. Ancora non ti senti pronta?

Sesso a treLa pratica non è più considerata audace alla massima potenza. “Ho sentito tanti casi nel mio studio, ho l’impressione che la pratica sia diventata cosa abbastanza comune”, dice la sessuologa Tiziana Merloni, ma è bene sottolineare: condividere il letto con due partner non è per tutti, prima di provare, vale la pena sondare che cosa ne pensa la vostra dolce metà. In realtà, un ospite in più può mettere in crisi – un sacco – il vostro rapporto.

La posta in gioco è alta: potete innamorarvi della persona sbagliata, confondendo l’appagamento sessuale con l’amore, lui potrebbe sentirsi tradito, potreste perdere la fiducia nel vostro partner, potreste poi trovare il sesso tradizionale blando…
Se state pensando di affrontare l’avventura di un incontro sessuale a tre, è essenziale per parlare apertamente con il partner abituale di come ci si comporterà con un intruso – ops! – a letto. L’esperienza renderà il vostro rapporto più piccante? Il sesso a tre può essere mooolto divertente, solo nasconde alcune trappole.

Sesso a tre
Sesso a tre: una donna penetrata da due uomini.

Se sei una donna e sogni di essere posseduta da due uomini ma temi la reazione deltuo partner, prova a fargli la proposta di provare entrambe le esperienze, anche con due donne. Avere due donne tutte per sè a letto è il sogno erotico di molti uomini, è più facile che così accetti e magari anche per te una esperienza lesbo può essere divertente!

Quindi vi proponiamo qui una guida su come comportarsi per assicurare il vostro piacere.

1. Prima della scopata

Scegliere chi occuperà il terzo cuscino del letto è cruciale per il successo della notte. Prima domanda: è uomo o donna?
Qualunque sia l’opzione, ricordate che deve sentirsi a proprio agio a toccarvi e essere toccato, e voi nel vedere il partner a fare lo stesso. Prima di decidere se invitare amici, conoscenti o professionisti del sesso, cerca di misurare il tuo livello di sicurezza e il tenore dell’amicizia. Quindi, stabilisci regole chiare con il tuo amore. Ad esempio, può baciare sulla bocca, ma non penetrare l’altra donna. O invece, la può scopare in tutte le posizioni ma ti dà fastidio se la bacia sulla bocca. Si può fare sesso anale, ma non sesso orale etc.

2. Un letto per tre

Sesso a treHai scelto i compagno/a, luogo, data e ora. E adesso? Lasciati andare! Il ménage non può essere pianificato nei minimi dettagli. Ci deve essere una dose di spontaneità. Per aiutarvi a rilassarvi, un drink può aiutare – ma senza esagerare. “Quando tutti si sentono a proprio agio, basta lasciare che qualcuno inizi a toccare uno degli altri e godere.
Comandamento numero uno: non lasciate nessuno fuori dal gioco, ma la priorità è sempre il piacere del tuo partner. I due sono occupati e ti senti esclusa? Trova qualcosa da fare, come toccare o baciare uno degli altri due, o entrambi. E non dimenticare di usare il preservativo e usare una mano diversa per toccare i tuoi due partner, perché i fluidi possono trasmettere malattie.

3. Ognuno al suo posto

Dopo il sesso, può sembrare una buona idea lasciare che quel bel fusto o quella bella figa se ne stiano un po’ a gironzolare, magari ancora nudi, per la stanza. Resistete alla tentazione! “Se non volete creare una situazione imbarazzante, inviare l’ospite ad andarsene quanto prima,” consiglia la sessuologa. Una volta che il terzo se ne è andato, parlate dell’esperienza con il vostro compagno/a, ricordando e rivivendo assieme le scene più piccanti. Cercate di farlo sentire al sicuro, dimostrando che, pur essendoti divertita, è lui che ti fa gemere di piacere.


Cosa succede nelle crociere per scambisti?

Una coppia di swingers e un agente di viaggio specializzato rivelano il backstage delle navi per gli amanti dello scambio di coppie.

Scambio coppie
Coppie di scambisti

Nel giugno dello scorso anno, un gruppo di 370 coppie ha intrapreso una gita in barca attraverso l’Europa, attraversando il Mar Adriatico. Fin qui nulla di nuovo. Ciò che differenzia questo da altre crociere è che l’obiettivo principale delle coppie a bordo non è solo turismo o godere della bellezza della costa adriatica, ma fare sesso con altre persone o coppie, una pratica nota popolarmente come ‘swing’.
In Europa e negli Stati Uniti, questo tipo di viaggio è abbastanza comune e diverse aziende offrono il servizio senza il minimo imbarazzo, sembra che due milioni di italiani abbiano fatto questa esperienza almeno una volta.
In SudAmerica invece, pur essendo la popolazione in genere abbastanza disinibita dal punto di vista sessuale, le crociere per scambisti sono una novità che sta diventando popolare solo negli ultimi anni, come ci conferma il gestore di trocadecasais.net.br, il principale portale brasiliano per lo scambio di coppie, tramite il quale 5 coppie brasiliane si sono aggiunte al gruppo degli scambisti europei e nordamericani.

Scambio coppia
Swinger durante un’orgia

La prima cosa da demistificare è che, contrariamente a quanto molti pensano, le coppie non fanno sesso come dei matti per tutto il tempo del viaggio, dice Paolo, l’agente di viaggio che per privacy preferisce non rivelare il cognome, spiegando che il sesso acquista intensità dopo il tramonto. Naturalmente, durante il giorno, il corteggiamento e le chiacchierate “piccanti” prendono piede tra le coppie, in modo da creare un clima di intimità, i partecipanti si conoscono e scoprono le affinità, le preferenze sessuali e le fantasie erotiche.
Praticante di swing da più di cinque anni, la coppia formata da Gustavo, 39, e Bruna, 42, che per ovvi motivi di privacy preferisce non pubblicare il suo cognome, conosce bene come il clima si surriscalda a bordo. Nel tardo pomeriggio, molte coppie vanno a prendere il sole della piscina, è possibile stare nudi, in bikini in topless o nel modo in cui si preferisce. Il clima si riscalda quando iniziano i giochi, lei dice, riferendosi alle attività ricreative promosse dagli organizzatori del viaggio: da sfilate in lingerie a gare di seduzione che, pur non mostrando scene di sesso esplicito, sono molto erotiche.

Giochi erotici
Il finale di uno dei giochi erotici durante la crociera.

Oltre all’ambiente della piscina, l’altro settore in cui il clima diventa più caldo è la discoteca. Ogni sera, dopo cena, le coppie vanno lì, eventualmente vestite (o svestite…) secondo un tema proposto, che può essere “Notte Bianca”, “Notte delle Maschere” o “Gran ballo in lingerie”, spiega Bruna. In questo luogo il flirtare è intenso, molte coppie ballano incollate, sfregandosi in modo sensuale e provocante e le donne iniziano a baciarsi, completa la donna.
Nella piscina e nella discoteca della nave, però, solo flirtare e i giochi erotici sono autorizzati. Sesso, solo nelle cabine o nella playroom.

È nella playroom che si scatena il sesso di gruppo. Qui tutto è permesso, scambi, sesso a tre, orge, l’unico limite è la volontà e il piacere dei partecipanti. La playroom è composta da diversi letti disposti in modo artistico che possono essere separati da veli semitrasparenti. Decorata con immagini erotiche, la playroom è aperta fino all’alba. Sempre in penombra, qui le coppie possono scambiarsi i partner, fare giochi erotici di gruppo e orge sfrenate o esibirsi in performance sessuali con il proprio partner abituale.
La playroom è il luogo dell’azione nelle crociere per swinger, qui la nudità e il sesso sono assolutamente liberi.

Swingers
Swingers durante la crociera

Come suggerisce Gustavo, non tutte le coppie di bordo si comportano in modo simile nella playroom.
In generale, possono essere suddivisi in: voyeur, coloro che semplicemente guardano le altre coppie in azione; esibizionisti, che amano fare sesso in pubblico, ma non scambiare il partner; scambisti “light”, che accettano di fare i preliminari e sesso orale con altri partner, ma la penetrazione con solo il(la) partner abituale; quelli che praticano il sesso a tre – il più delle volte, una coppia assieme a una donna – e e gli scambisti in senso classico, per i quali tutto è permesso, senza restrizioni.

È comune per una coppia che viaggia per la prima volta in questo tipo di crociera solo guardare e non fare sesso con un’altra coppia, dice Paolo. Nei viaggi seguenti, inizierà a rilassarsi e a praticare lo scambio di coppia in modo più naturale.

A bordo delle crociere per scambisti vigono alcune regole che vengono fatte rispettare in modo rigoroso:

  • i minori di 21 anni non sono ammessi a bordo
  • Gli uomini single non sono ammessi in modo assoluto
  • Le donne single sono ammesse in alcune crociere, ma sempre accompagnate da una coppia
  • No foto, le macchine fotografiche e le telecamere sono assolutamente vietate a bordo (le foto pubblicate in questo articolo sono state autorizzate)
  • A bordo, la coppia è libera di fare quello che vuole e che si sente di fare, ciò che deve essere chiaro a tutti è il rispetto della regola fondamentale di tutti i praticanti dello scambio di coppie: no significa no.